CENTRO SPORTIVO ITALIANO - COMITATO PROVINCIALE DI RAVENNA
9 aprile 2017

A Ravenna la finale del campionato nazionale di Dodgeball per incoronare i nuovi campioni

Domenica 9 Aprile le finali a Ravenna, nella palestra della Ricci Muratori: una festa dello sport alla presenza dell’Assessore Fagnani
A Ravenna la finale del campionato nazionale di Dodgeball per incoronare i nuovi campioni

Si avvicina uno degli ultimi appuntamenti della stagione di dodgeball, ed è uno dei più importanti. Domenica 9 aprile a Ravenna, presso la palestra Ricci Muratori, andrà in scena il capitolo conclusivo del Campionato Nazionale di dodgeball, organizzato per la prima volta con durata annuale da Associazione Italiana Dodgeball e CSI.

Sport emergente in costante evoluzione, il dodgeball è stato importato in Italia nel 2007 dal CSI di Ravenna, città scelta quindi come settima e ultima tappa per questo torneo. Partito a novembre a Castenaso (BO), il campionato itinerante si è poi spostato a Forlì, Lugo, Empoli, Lucca e Pianzano (TV), concludendosi quindi a Ravenna dove saranno eletti i campioni nazionali nella competizione femminile e in quella maschile.

16 le squadre che scenderanno in campo: 11 maschili e 5 femminili, provenienti da Emilia-Romagna, Toscana, Veneto, Friuli, Lazio e Campania.

L’evento finale sarà una grande festa dello sport, e vedrà presente anche l’assessore allo sport del Comune di Ravenna, Roberto Fagnani, oltre a rappresentanti locali e nazionali del CSI. Sarà tra l’altro un weekend denso di eventi per gli appassionati di dodgeball.

Sabato 8 infatti si terrà, sempre a Ravenna, uno stage di allenamento per tutti gli atleti italiani organizzato dalla AIDB e gestito dagli allenatori delle nazionali. Con questa opportunità si vuole offrire agli interessati la possibilità di conoscere il nuovo regolamento mondiale, in vista delle selezioni per la nazionale che sarà impegnata ad agosto agli Europei di Glasgow. Allo stage farà seguito una cena con tutte le squadre presenti, perché il dodgeball è anche e soprattutto convivialità e amicizia, cementata anche in questi momenti fuori dal campo.

La giornata di domenica 9 inizierà invece dalle 10, e ad accompagnare le tante partite ci saranno musica e intrattenimento. Attorno alle 18, conclusi i match e tirate le somme, si svolgeranno le premiazioni alla presenza dell’assessore Fagnani. Come da consuetudine, la giornata si chiuderà con cibo e bevande nel classico “terzo tempo”.

Vediamo ora come le squadre si presenteranno all’ultima tappa.

Le cinque squadre femminili si affronteranno tutte per la terza e ultima volta; la classifica è ben delineata ma sono ancora possibili sorprese. A guidare la graduatoria sono le Lady Lions Codogné con 65 punti, ottenuti grazie a tante vittorie nette e convincenti, che scenderanno in campo per difendere la leadership conquistata. Seguono a 7 punti di distanza le Lowenhaus Shamrock Ravenna campionesse in carica, che hanno lasciato per strada alcuni punti importanti, ma daranno il tutto per tutto davanti al pubblico di casa per provare il colpaccio. Le Valkyrie Lugo si candidano alla medaglia di bronzo con i loro 34 punti, insidiate dalle conterranee del Ghinea Ravenna, che si fermano a 26 punti. Chiudono la classifica le Dreamcatchers Tuscany, formazione creata appositamente per il torneo unendo giocatrici di più società toscane: per ora solo 17 punti raccolti, ma prestazioni in grande crescita.

Più lunga la classifica del campionato maschile, che ha visto le squadre impegnate in circa 17 partite a testa; la conformazione del torneo non ha permesso a tutte le società di giocare lo stesso numero di gare, quindi i punteggi attuali dipendono anche dal numero di match rimanenti. Saldi in testa troviamo la Shamrock Ravenna, che con i suoi 135 punti e una sola sconfitta all’attivo ha staccato nettamente le avversarie e cercherà di mettere le mani sul titolo. In seconda posizione per il momento ecco la seconda squadra dei biancoverdi ravennati, i Le Carni Shamrock, che con 107 punti hanno un buon margine sulle inseguitrici ma dovranno difendersi dagli attacchi delle rivali. Si giocano infatti posizioni importante varie squadre raccolta a distanza di pochi punti. Con una partita in più, si piazzano per il momento al terzo e quarto posto gli Springout Forlì e gli Empoli Swarm rispettivamente con 99 e 97 punti: i biancoviola forlivesi sono stati a lungo vicini alla vetta ma hanno di recente perso contatto a causa di qualche infortunio e assenza imprevista; i campioni toscani in carica hanno sempre dimostrato un buon dodgeball e si giocheranno le loro carte nelle ultime due partite a disposizione. Pronta al sorpasso è l’altra società toscana, la Lucca Dodgeball, ora quinta a 93 punti dopo essere partita in sordina e aver recuperato grazie a importanti miglioramenti di gioco. Da non sottovalutare i Lions Codognè, che hanno 88 punti ma ancora quattro partite a disposizione: i veneti sono in grandissima crescita e motivati dalle cinque vittorie su cinque ottenute all’ultima tappa in casa, e possono scalare posizioni importanti in classifica. Stabili a metà classifica i Black Sheep di Brugnera (72 punti) e gli Anubi di Lugo (69) che non avendo trovato grande continuità si trovano lontani dalla zona calda pur avendo spesso giocato ottime partite. A 55 e 51 punti troviamo - l’accoppiata Astil Fondi-Memes Anacapri, due squadre giovani e dal grande entusiasmo, che devono ancora disputare sei partite a testa e sono pronte a togliersi qualche soddisfazione in questo ultimo appuntamento. Momentaneamente fanalino di coda gli OraGioBat di Castenaso, dall’organico sempre in evoluzione ma con sempre più determinazione nel voler fare progressi di gioco e risultati.

Per scoprire come si concluderà il Campionato Nazionale AIDB non resta quindi che aspettare domenica 9 aprile, a partire dalle ore 10 presso la palestra Ricci Muratori di Ravenna.